Ipertensione: attenzione, troppo sale nei biscotti!

biscotti sale - fonte foto: richardsonsofwhitehaven.co.uk

biscotti contengono troppo sale. Ecco un alimento che normalmente viene considerato come uno snack dolce, ma che, alla luce delle più recenti ricerche, potrebbe presentare un eccessivo contenuto di sodio. Attenzione dunque alla scelta degli alimenti confezionati, soprattutto da parte di chi soffre di ipertensione o di patologie cardiovascolari.

Una particolare attenzione al problema è stata rivolta da parte degli esperti del Consensus Action on Salt and Health (CASH), collocato presso ilWolfson Institute of Preventive Medicine della Queen Mary University di Londra. Essi hanno potuto scoprire come, nella maggior parte dei biscotti in vendita, sia presente un eccesso di sale.

Scopriamo così un doppio pericoloall’interno dei biscotti confezionati. Idolcificanti artificiali e lo zucchero raffinato, spesso presenti all’interno di essi, sono accompagnati da sale in eccesso. A consumare biscotti confezionati sono persone di ogni età: bambini, adulti ed anziani. Il sale è fondamentale per il corretto funzionamento dell’organismo, ma un suo consumo eccessivo può portare a problemi quali la pressione alta, soprattutto se esso non risulta bilanciato da un adeguato apporto di potassio attraverso l’alimentazione, come sottolineano le più recenti linee guida in proposito trasmesse da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Mangiando biscotti si rischia di raggiungere facilmente la soglia limite di sale da assumere ogni giorno indicata da parte dei medici. Tale limite è fissato in 6 grammi al giorno per gli adulti e per tutte le persone dagli 11 anni in su ed in 3 grammi al giorno per i bambini dai 7 ai 10 anni. Gli esperti del CASH indicano come i biscotti possano raggiungere un contenuto di sale pari a 0,4 grammi per 25 grammi di prodotto. I conti sono dunque presto fatti.

A causa di un eccesso di sale a partire dall’infanzia, il rischio è di ritrovarsi affetti dall’ipertensione da adulti, come ha sottolineato il presidente del CASH. La questione dell’eccesso di sale riguarderebbe il 90% dei biscotti in commercio, percentuale ottenuta dall’analisi di 479 differenti tipologie di biscotti presenti comunemente nei negozi. In oltre 100 varietà di biscotti sarebbero presenti quantitativi di sale superiori rispetto a quanto utilizzato per la preparazione dei pop-corn al burro confezionati.

La soluzione più semplice al problema? Leggere sempre attentamente le etichette dei prodotti che ci si trova in procinto di acquistare e decidere di preparare i propri biscottipreferiti in maniera casalinga e senza aggiunta di sale.

di Marta Albè

Tratto da:

http://www.wellme.it/dieta-e-alimentazione/nutrirsi-sano/6483-ipertensione-sale-biscotti

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...