O capitano! Mio capitano!...

Immagine

E’ iniziato stamattina il processo d’appello contro i due magnati già condannati in primo grado per la morte di centinaia di lavoratori degli stabilimenti della Eternit. La rabbia dei famigliari, presenti in massa a Torino, per il mancato pagamento dei risarcimenti alle vittime.

Stamattina sono arrivati a centinaia da varie località italiane, ma anche dalla Francia e dal Belgio, al Palazzo di Giustizia di Torino, per l’apertura del processo d’appello ai vertici della multinazionale Eternit. Solo da Casale Monferrato, la città piemontese dove la multinazionale dell’amianto aveva la filiale più importante, sono arrivate su sette pullman almeno 500 persone. Altri sono arrivati da Reggio Emilia, visto che a Rubiera c’era un altro stabilimento che ha seminato – e continua a seminare – morte e disperazione. I francesi e i belgi sono attivisti dei comitati in difesa dei parenti delle vittime dell’amianto lavorato nei loro paesi dagli stabilimenti controllati dai dirigenti dell’azienda…

View original post 576 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...