AnnaViva Pussy Riot

ANNAVIVA.org

#FREEPUSSYRIOT. STRATEGY 17

Un mese esatto fa, il 17 agosto, la condanna delle Pussy Riot. Per le tre ragazze del gruppo punk femminista il concerto anti-putiniano nella Cattedrale del Cristo Salvatore è costato 2 anni di lavori forzati.

Nella Russia di Stalin le tre ragazze sarebbero sparite nel nulla. Mariti e fidanzati le avrebbero disconosciute. Genitori e fratelli le avrebbero accusate di aver tradito il popolo sovietico.

Nella Russia di Putin hanno subito una condannano esemplare. Prima cinque mesi di carcerazione preventiva. Poi una condanna a due anni di colonia penale. Colpirne tre per educarne cento.

Quell’opposizione alla tirannide putiniana che in questi mesi ha rialzato la testa. Cortei oceanici, flash mob, occupazione e infine gli scontri del 6 maggio in Bolotnaja, l’acquitrino davanti al Cremlino. Lo stesso metaforico acquitrino da cui i gruppi anti-putiniani (che vanno dai comunisti al liberali, dai socialisti ai libertari) cercano di tirar…

View original post 476 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...