Ultima serata di Baggio all’aria

“Milano Pontedera – libere menti assieme” del progetto Rari Eventi in via Dalmine 6 (Coop Soc Tuttinsieme) ore 21.00

FILM “MILANO-PONTEDERA”
Nel dicembre del 2011, 50 persone appartenenti a diverse esperienze di “fare assieme” nate all’interno del Dipartimento Di Salute Mentale dell A.O. Fatebenefratelli, hanno avuto l’occasione di partire alla volta della Toscana per incontrare altre realtà simili alle loro. Il “Fare assieme” è una modalità di relazione terapeutica all’interno degli interventi nell’ambito della salute mentale, in cui i diversi soggetti, operatori e cittadini utenti, realizzano un’esperienza condivisa in cui i processi di empowerment ( tutto ciò che ha a che fare con il recupero da parte del paziente in ambito psichiatrico dei suoi diritti-doveri di cittadinanza attiva per quanto riguarda la propria cura ) e di “socialità diffusa”, vengono messi al centro dell’agire, appunto, insieme.
“Milano-Pontedera Libere Menti Assieme” racconta e testimonia di quel viaggio, ma soprattutto raccoglie dal di dentro e “on the road” di un’esperienza “fatta assieme” con il regista stesso, volti, sguardi, emozioni e libere espressioni di una piccola magia dell’arte dell’incontro.

LECTURING “VISTO CHE SI PARLA DI NOI”
Il gruppo “Rarieventi” è un gruppo composto da operatori e cittadini utenti dei Centri Psico Sociali che fanno riferimento all’ospedale Fatebenefratelli di Milano.
Il gruppo esiste dal 2009 anni e promuove diverse iniziative sul territorio di sensibilizzazione ai temi della salute mentale e di lotta allo stigma. Tra queste la lecturing teatral musicale “Visto che si parla di noi” è nata come evento grazie alle competenze in campo musicale e letterario dei membri del gruppo e al desiderio di comunicare stati d’animo, sensazioni, situazioni che attraversano chi ha sofferto e soffre di problemi nell’ambito della salute mentale.
Rappresentata in ambiti e luoghi diversi ( in alcune piazze di Milano, su un palco a Pontedera… ) assemblata, realizzata e in parte anche scritta è diventata un contenitore in cui vengono “messi in scena” di volta in volta frammenti relativi al piacere e al disagio del vivere ricomposti e rimescolati nei ruoli e nei tempi a seconda del momento in cui viene rappresentata. La lecturing muta come mutiamo noi acquisendo ogni volta significati e sfumature differenti, anche a partire dal rapporto col pubblico presente.
Si ascolta, si condivide, si ride, si sorride, si piange, ci si stupisce… ( almeno così ci dicono… )

Tratto da:

http://baggioallaria.wordpress.com/19-luglio/

Vedi anche:

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/07/12/stasera-baggio-allaria-una-scuola-italiana/

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/07/04/baggio-allaria-promemoria/

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/06/28/baggio-allaria/

Potrebbe interessarti:

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/06/06/shareradio-compie-due-anni/

 

 

Carpe Diem

Annunci

4 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...