Come costruire un tetto verde fai-da-te sulla cuccia del vostro cane

La bioarchitettura ci ha messo a servizio tecniche costruttive amiche dell’ambiente e ci ha mostrato la bellezza e l’estrema utilità dei tetti verdi: grazie a loro le nostre case sono ben coibentate e sono perfino in grado di produrre ossigeno, oltre ad essere esteticamente accattivanti. Da oggi anche Fido potrà dare un contributo importante all’ambiente, convertendo la sua cuccia in un’oasi biologica. Ma come?

E’ semplice, bastano alcuni materiali da acquistare in una ferramenta ben fornita e un pomeriggio del vostro tempo per realizzare un green roof (tetto) sulla cuccia del vostro cane.

Materiali occorrenti:

    • Impregnate a base d’acqua (atossico e a zero emissioni di Composti Organici Volatili)
    • 4 listelli di multistrato marino con uno spessore di 25 mm e un’altezza di 200 mm. La lunghezza la determineremo in base alle dimensioni del tetto.
    • Silicone multiuso
    • 3 canali di scolo in rame di 13 mm di larghezza e 50 mm di lunghezza
    • Impermeabilizzante liquido (atossico e a zero emissioni di Composti Organici Volatili)
    • Sigillante per tetti
      Vernice ad acqua per esterni (atossico e a zero emissioni di Composti Organici Volatili)
    • Listelli di bambù
    • Guaina impermeabilizzante
    • Collante atossico
      Terriccio organico (60% pomice, il 10% di sabbia orticola, 30% compost)

Piante o erbe di facile crescita

  • Stucco da legno

Attrezzi necessari

  • Pennello
  • Metro a nastro
  • Sega
  • Viti per legno da 5 cm
  • Chiodini da legno
  • Pistola per silicone
  • Morsetti da legno
  • 1 punta per trapano da legno di 13 mm di larghezza (per realizzare i fori dei canali di scolo in rame)
  • Spatola per stucco
  • Tenaglia
 Fase 1
Stendete un paio di mani d’impregnate all’acqua sull’intera superficie della cuccia. In questo modo oltre a impermeabilizzarla eliminerete qualsiasi possibilità di esalazioni nocive da parte dei legni pretrattati.

Fase 2
Misurate con precisione il perimetro del tetto e tagliate perfettamente a misura le tavole di compensato marino ricordandovi di sommare alle misure ottenute lo spessore del legno. ES: immaginiamo di avere una cuccia con un tetto quadrato che misura 400×400 mm. Taglieremo 2 listelli con una lunghezza di 400 mm e altri 2 lunghi 450 mm [400 + 25 + 25].)

Fase 3
Con le tavole appena tagliate costruite un quadrato intorno al tetto.

Fase 4
Fissate con dei chiodini sottili (lasciandone una parte fuori per poterli rimuovere) i listelli di legno al tetto della cuccia così da poterli avvitare tra loro con maggiore semplicità. Una volta avvitati potete rimuovere i chiodi con una tenaglia.

Fase 5
Stuccate tutti i fori dei chiodi e delle viti e lasciate asciugare.

Fase 6
Ora sigillate con del silicone gli angoli interni ed esterni del quadrato. Aiutatevi con dei morsetti in modo da mantenere stabili e perfettamente allineati gli angoli.

Fase 7
Praticate 3 fori, con la punta appositamente preparata, equamente distribuiti sulla lunghezza del listello mantenendovi a circa 20 mm dal bordo inferiore dello stesso. I fori andranno praticati sul listello corrispondente al lato posteriore della cuccia.

Fase 8
Ora inserite nei fori i tubi di rame per lo scolo dell’acqua. Fate in modo che la parte visibile esternamente non sia più lunga di 20 mm.

Fase 9
Applicate uno strato di silicone intorno ai bordi del tubo sia internamente che esternamente e lasciare asciugare.

Fase 10
Stendete sulla base del tetto e sulle pareti del quadrato uno strato di sigillante per tetti e lasciate asciugare.

Fase 11
Ricoprire la base del tetto e l’interno del quadrato con una mano di impermeabilizzante liquido e lasciare asciugare.

Fase 12
Applicate due mani di vernice atossica per esterni e lasciate asciugare. In seguito stendete un’altro strato di impregnante e lasciate asciugare nuovamente.

Fase 13
Disponete, affiancandoli, i listelli di bambù precedentemente tagliati a misura, sull’intera superficie del tetto.

Fase 14
Posizionate la guaina impermeabilizzante, adeguatamente tagliata, (lasciando un’eccedenza pari quasi all’altezza dei listelli che compongono il quadrato) in modo da ricoprire tutta la superficie interna e incollatela sui bordi dei listelli.

Fase 15
Ora potete distribuire uniformemente il terriccio fino a raggiungere un’altezza di 6-8 centimetri. Bagnate con acqua e inserite le vostre piante, poi bagnate nuovamente. Vi consigliamo di scegliere piante o erbe autoctone che non necessitano di più di 2-4 centimetri di terreno per poter crescere.

Fase 16
Saranno necessari alcuni giorni affinché l’aria presente nel terreno bagnato si dissolva. Potrebbe essere necessario livellare nuovamente il substrato con l’aggiunta di altro terriccio.

Ora anche Fido possiede “casa” green. Buona crescita a tutti!

di: Lorenzo De Ritis

Fonte e immagini: ReadyMade

Tratto da:

http://www.greenme.it/abitare/cani-gatti-e-co/3444-come-costruire-un-tetto-verde-fai-da-te-sulla-cuccia-del-vostro-cane

Carpe Diem

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...