LE ASSOCIAZIONI TREZZANESI: UNA VERA FORZA MOTRICE

Una giornata di festa all’insegna del Sociale ha animato il Parco del Centenario fino a sera

——————————————–

A cura di Valentina Meschia

——————————————–

Sabato 26 maggio il Parco del Centenario (via Milano) è stato invaso da tanta allegria e moltissimo colore, da numerosi stand e vivaci bancarelle, per festeggiare assieme ai cittadini di Trezzano, e non solo, l’importante iniziativa sociale: “La giornata delle Associazioni”, giunta quest’anno alla settima edizione. Un’iniziativa organizzata dall’Amministrazione comunale e dalla Pro Loco di Trezzano, con la partecipazione delle numerose Associazioni che operano sul territorio.

Il Presidente della Pro Loco, Massimo Macchia

Una rassegna per farsi conoscere, mostrare le molteplici attività svolte e il grande impegno che le caratterizzano, nella speranza di raccogliere nuove adesioni, rendendo queste importanti realtà ancora più complete e funzionali. «E’ dal 2005 che organizziamo quest’importante manifestazione, alternando gli spazi: per due anni l’abbiamo fatta sul Naviglio, negli anni passati in San Lorenzo, e quest’anno abbiamo deciso di cambiare e farla qui, nel Parco del Centenario» spiega il Presidente della Pro Loco Massimo Macchia «Ci sembrava un’ottima scelta. Siamo particolarmente contenti e soddisfatti perché nonostante questo periodo di crisi generale, siamo comunque riusciti ad organizzare una bellissima giornata di festa con il mercatino, gli hobbisti, le Associazioni trezzanesi, i gonfiabili per i più piccoli e tanto altro ancora, per arrivare a cena con “Invito a cena con delitto”: una rappresentazione teatrale, un giallo, dove i partecipanti saranno divisi in tavolate e mentre ceneranno, dovranno indovinare chi è il mandante dell’omicidio. Quest’anno poi abbiamo tre nuove associazioni, e questo è davvero molto bello, e tutte hanno aderito con grande entusiasmo».

Un momento della “Cena con delitto”

Erano presenti l’Assessore Davide Barletta e il Sindaco Giorgio Tomasino che hanno espresso il loro sentito ringraziamento verso le realtà trezzanesi, considerandole le vere forze motrici della città che resistono, anche in questo periodo di crisi e incertezza politica.

Lo stand della Croce Verde Trezzanese

A intrattenere e incuriosire i numerosi visitatori, ci hanno pensato i giovanissimi allievi della scuola di Karate Shotokan, cimentandosi in brevi e coinvolgenti combattimenti, nei loro “eleganti” kimoni bianchi, chiusi dalla consueta cintura di colore diverso, in base al grado di abilità.

I giovanissimi allievi della scuola di Karate Shotokan

Lungo le sponde del laghetto, tra salici piangenti, eleganti germani e gallinelle d’acqua furtive, sono stati posti una serie di cavalletti per l’En plain air (scuola civica di pittura). Ogni artista doveva riprodurre su tela quello che aveva di fronte a sé, catturando angoli nascosti e suggestivi, di questo fantastico parco. Acquarelli, matita, tempere… molte sono state le tecniche utilizzate. Il Parco del Centenario, polmone di Trezzano e parte del Parco Agricolo Sud, alla sera è animato da lucciole in amore: chiaro segno che l’inquinamento cittadino non ha ancora contaminato questa piccola oasi verde. Seguendo il contagioso ritmo della musica i presenti, senza imbarazzo, si sono cimentati in scatenate e divertenti danze popolari, offerte dalla Pro Loco.

Per avvicinare i più piccoli allo sport era possibile fare qualche pagaiata nel piccolo laghetto (Naviglio Sport Club) oppure scambiare qualche “racchettata” su mini campo da tennis da tavolo, dove la precisione e il sapere dosare la forza sono elementi fondamentali, per tenere la pallina in campo (Polisportiva Trezzano).

Per i più piccoli erano presenti gonfiabili, zucchero filato, e alcuni giochi tipici dei coloratissimi e chiassosi luna park come la pesca e la carabina, per aggiudicarsi amatissimi premi di peluche. Inoltre, sono stati forniti servizi utili come la misurazione della pressione (Croce Verde Trezzano) e della glicemia (Associazione Diabetici Provincia Milano). Avis, prodotti artigianali, Animal’s Emergency, collane, Salvambiente, manufatti in legno, laboratori e golose merende per bambini, cornici, aeromodellismo, decoupage, cultura, solidarietà sociale, pittura, volontariato, karate, canoe, musica, balli, cibo e sapori… hanno reso questa giornata viva e colorata. Davvero curiosa l’attività svolta da Banca del tempo che s’impegna a recuperare oggetti vecchi e trasformarli in qualcosa di nuovo e funzionale, come comode e utili borse realizzate con semplici ed efficienti tele di ombrelli rotti.

Novità di quest’anno è il Coordinamento Comitati di Quartiere. «Nato un paio di anni fa con l’obiettivo di riunire i comitati di quartiere attivi sul territorio», spiega Ciorciari, Presidente Comitato Azalee «è costituto da: il comitato Azalee, TR1, TR3, TR4 e MZ. Il Coordinatore è Luciano Chiodo. Lo scopo è quello di unire le forze e di creare una discussione all’interno della città sui problemi più grossi, per essere d’aiuto e di sollecitazione all’Amministrazione. Abbiamo attuato uno studio sul territorio sia a livello di progettazione, per come potrebbe essere un PGT sia a livello proprio di zona. Partendo quindi da Corsico fino ad Abbiategrasso. Per noi è fondamentale che il cittadino sia il protagonista e tramite assemblee e incontri pubblici permettiamo di creare una discussione attiva e attenta. Noi vogliamo eliminare quei ponti, quelle distanze che in genere il cittadino avverte tra lui e amministrazione. Al momento abbiamo avuto un buon riscontro a livello di cittadinanza».

Una giornata di sole che verso sera ha fatto un po’ preoccupare per un leggero rannuvolamento, poi dissoltosi, ha reso questa giornata di festa unica! La cena è stata davvero un grande successo, hanno partecipato un centinaio di persone, divise in otto tavoli alla ricerca del mandante, tra succulenti lasagne, vitello tonnato fresco e dorate patate al forno. Al tavolo vincitore è stata conferita una bottiglia di inebriante Spumante. Con l’arrivo del crepuscolo è stato possibile osservare le brillanti stelle che puntellavano il cielo scuro e scorgere pianeti lontani, grazie al Circolo Astrofili di Trezzano. Trezzano anche quest’anno ha dimostrato di possedere un’ampia rete di Associazioni che diramandosi sul suo territorio, conferiscono un bagaglio notevole: nella sua “valigia” Trezzano ha davvero molto da offrire ai suoi cittadini, basta scoprirlo.

Pubblicato su Corriere del Sud-ovest milanese
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...