Il rione del Ponticello vince a sorpresa

Giochi medioevali, musica, danze, bancarelle, sbandieratori e il tanto atteso Palio del Cinghiale hanno animato il cuore di Cesano

Cesano Boscone: Festa Patronale 2011

———————————-

A cura di Valentina Meschia

———————————-

Dal 2 al 19 settembre, Cesano è stata e sarà invasa dalla tanto amata Festa Patronale della Madonna del Rosario, giunta ormai alla sua trentunesima edizione, dal tema: Le relazioni costruiscono unità.
Il tema è in continuità con quello dell’anno scorso (E’ tempo di relazioni) e ha come obiettivo quello dell’amicizia, dello stare insieme, del condividere esperienze nuove, uscendo dalla propria solitudine, aprendosi agli altri, al Mondo e alle sue culture per arricchirsi e crescere. Quest’anno la manifestazione inizia con una marcia in più grazie alla nascita del Comitato Festa Patronale, costituito dai rappresentanti delle diverse realtà che operano sul territorio cesanese: davvero un grande traguardo, raggiunto con soddisfazione dopo aver superato gli ostacoli tecnico-burocratici incontrati sul loro cammino.
Per il Sindaco Vincenzo D’Avanzo la festa patronale è una grande risorsa per la città, fornendo oggi come in passato la possibilità di crescere, di consolidare le proprie radici sia fra gli italiani che con gli stranieri, rafforzando il senso di accoglienza e solidarietà, e portando nuove tradizioni.

La premiazione da parte del Sindaco di Cesano Boscone, Vincenzo D’Avanzo

Accanto al programma religioso, con trasferimento della Statua della Madonna del Rosario nelle tre chiese cesanesi (S. Ireneo, S. Giustino, S.G. Battista), molte sono state e saranno le iniziative per coinvolgere gli abitanti del quartiere: mostre, spettacoli, musica e serate danzanti. Il 10 e l’11 settembre il centro di Cesano si è trasformato in un vecchio borgo medievale, dove giochi curiosi hanno misurato l’abilità di grandi e piccini come la pesca miracolosa della bottiglia, il tiro al salame, il lancio dei tappi e degli anelli. Numerose bancarelle e banchi enogastronomici, hanno reso questo momento di festa ancora più gioioso e goloso.
Domenica 11, nel Parco Sandro Pertini, si è svolto il XVI Palio del Cinghiale, con la tanto attesa corsa degli asini che ha visto sfidarsi i quattro Rioni: La Corte (Centro), Il Ponticello (Pasubio), Il Bosco (Giardino) e La Cascina (Tessera). L’evento è stato aperto dalla sorprendente esibizione degli sbandieratori e dalla sfilata di Re e Regine con i loro paggi e damigelle, sul ritmo incalzante di ruggenti tamburi. Per contendersi il Palio, i partecipanti si sono sfidati in cinque giochi: carriola, corsa dei sacchi, tiro alla fune, corsa a staffetta e corsa degli asini. All’evento erano presenti le Autorità locali e la staffetta è stata corsa anche dai ragazzi dell’Istituto Sacra Famiglia grazie all’Associazione sportiva “I giovani per i giovani”, che dal 1998 organizza eventi sportivi per i propri ospiti con lo scopo di promuovere il valore riabilitativo, umano e di socializzazione dello sport per i disabili. Le gare hanno entusiasmato, divertito e coinvolto i numerosi presenti che fino alla fine hanno tifato per il rione di appartenenza. Quest’anno la vittoria se l’è aggiudicata il rione del Ponticello, conquistando il XVI Palio del Cinghiale e sulle note di “We are the champions” dei Queen, il Sindaco D’Avanzo ha consegnato la coppa e il gonfalone del Palio al rione vincitore.

Alcuni momenti del XVI Palio del Cinghiale

«Davvero una bella giornata. Un palio molto combattuto – ha proseguito il Sindaco D’Avanzo -, ma soprattutto il consolidamento di un’esperienza che a Cesano Boscone è iniziata trentun anni fa e, considerato che la nostra comunità è una comunità giovane di cinquant’anni circa, vuol dire che il popolo cesanese è cresciuto con questa festa patronale. Quindi – ha poi proseguito il primo cittadino di Cesano Boscone – grazie a tale festa, il nostro Comune ha acquisito un senso di appartenenza, un patrimonio di cultura, di solidarietà e di integrazione tra i popoli anche stranieri oltre che interregionali. Sta a noi e alle nuove generazioni – ha poi concluso D’Avanzo – il compito di mantenere e consolidare questa esperienza».

Pubblicato su Corriere del Sud-ovest milanese 17 settembre 2011

Presente su:

http://www.corrieresudovest.it/corrierepress/?p=1135

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...