Passatempi gratis – Sandra Zoglia

Passatempi gratis: 11 modi per divertirsi senza spendere un centesimo

divertirsi_gratis

Divertirsi ed impiegare piacevolmente il proprio tempo senza spendere un centesimo? È possibile! Avete mai riflettuto sul fatto che le cose migliori nella vita sono le più semplici e che il più delle volte sono pure gratis?

In molti casi essere creativi e propositivi non costa nulla, anzi: possiamo guadagnarci in termini di buon umore e qualità della vita. A differenza di quanto siamo abituati a pensare ogni volta che ci si domanda di aprire il portafoglio per vedere un film o per acquistare un pacchetto di divertimenti preconfezionato, molti svaghi sani e genuini possono essere convenienti anche per il portafogli. Perché allora invece di scegliere passivamente da un catalogo non scegliamo di dedicarci a passatempi meno costosi e più stimolanti per il corpo e la mente?

1) Guerrilla Gardening

guerrilla gardening

Prendiamo ad esempio il Guerrilla Gardening. Per chi non lo sapesse, si tratta di un movimento urbano underground che mira a riconquistare i piccoli spazi verdi che la maggior parte della gente ignora, riqualificando gli spazi urbani spontaneamente e senza passare attraverso le pubbliche amministrazioni: insomma, si tratta di fare qualcosa di buono, divertendosi ed imparando. Per trovare ispirazione basta curiosare nel sito italiano dell’organizzazione. Il movimento si è esteso in molte città italiane, ma anche se la vostra non fosse tra queste, per rinverdire il vostro quartiere basta poco: fantasia, buona volontà e amore per la natura..

2) Pic Nic

pic nicA proposito di spazi verdi.. conoscete bene i parchi e le aree verdi della vostra zona? Se la giornata è bella, perché anziché chiudervi in un cinema non optate per una bella passeggiata e magari un pic-nic in compagnia? È un ottimo modo per riscoprire angoli dimenticati del territorio che vi circonda, socializzare e passare qualche ora all’aria aperta. Inoltre, se l’idea vi piace perché non vi procurate un libro di botanica ed imparate a riconoscere gli alberi che incontrate lungo il cammino? A dispetto di quanto potrebbe sembrare, la conoscenza delle piante e delle erbe è utile e stimolante, oltre ad insegnarci molto sul luogo in cui viviamo

3) Eventi culturali gratuiti

concert-park

Se invece preferite rilassarvi in città, non dimenticate che con l’arrivo della bella stagione leiniziative gratuite che fioriscono nelle aree urbane e di cui merita approfittare sono innumerevoli. Concerti organizzati per invitare la gente a riscoprire le città assopite dopo i mesi invernali e a partecipare alla loro rivitalizzazione, eco-festivalmostre e cinema all’aria aperta, mercatini e musei. Con l’aiuto di internet è facile tenersi informati sugli eventi gratuiti in tutta Italia, per esempio grazie a siti ad hoc , le news comunali, i manifesti ed i flyer disseminati per le città.

4) Volontariato

volontariato

Anche il volontariato, oltre ad essere utile per la collettività, può rivelarsi divertente: non solo ci permette infatti conoscere gente nuova, ma lavorando come volontari ad esempio dietro alle quinte di eventi e concerti possiamo sperimentare dal vivo la loro creazione ed assistervi gratuitamente… niente male no?

5) Urban Foraging

urban_forage

Tra le tante pratiche inusuali e gratuite, avete mai sentito parlare di urban foraging? Il termine sta ad indicare del recupero di oggetti, cibo e tutto quanto è riutilizzabile all’interno delle aree urbane, ed è solitamente associato alle persone che vivono in condizioni economiche svantaggiate. In realtà, l’espressione si riferisce in maniera più generica ad una pratica costruttiva che andrebbe diffusa maggiormente e che si basa sulla cultura del riutilizzo e delnon-spreco. In quest’ottica, si possono recuperare mille cose: dalla frutta che cresce sugli alberi dei giardini pubblici o agli angoli delle strade, ai mobili che anziché essere rivenduti vengono gettati nelle immondizie, agli scarti alimentari che quotidianamente escono dai supermercati a causa dell’imminente scadenza e che invece di essere buttati via potrebbero essere ancora distribuiti e mangiati.

6) Biblioteche

books

Riscoprite poi le biblioteche della vostra città: ricordo che alle elementari passavo pomeriggi interi nella sezione bambini e me ne andavo alla sera portandomi appresso i libri più belli che avevo trovato. Le biblioteche (che ormai si sono quasi ovunque evolute in  mediateche) sono veri e propri scrigni ricolmi di tesori: parole, suoni, mondi interi da scoprire rimanendo comodamente seduti.. e a costo zero!

7) Mercatini dell’usato

mercatino_usato

Un altro modo per impiegare piacevolmente il tempo è riciclare i nostri vecchi libri, cd e dvd. Come? Il più delle volte è sufficiente rivolgersi ai negozi dell’usato ed alle librerie antiquarie della vostra città, presentandosi con quelli che avete raccolto e rivendendoli, o ancora meglio barattandoli con altri. Scommettiamo che bighellonando tra gli scaffali troverete libri e musica che altrimenti mai e poi mai avreste scoperto? In alternativa potete scegliere di partecipare voi stessi ai mercatini dell’usato che periodicamente rallegrano le località italiane, mettendo in vendita gli oggetti che non usate più e magari – perché no – regalando una nuova vita a quelli altrui.

8) Swap party

swap party

E a questo proposito, avete mai pensato di organizzare con i vostri amici uno scambio di vestiti? Questa pratica, da tempo molto popolare soprattutto negli States, ha un nome ben preciso: se fatta sulla pubblica piazza si chiama swapping, ma può essere semplicemente un’occasione per passare un pomeriggio insieme agli amici a chiacchierare, rinnovando il proprio guardaroba e liberandosi dei capi che per un motivo o per l’altro non mettiamo più.. e nel modo migliore: dandoli a chi invece li porterà con piacere!

9) Carta e creatività

peregrineblue

Che ne dite poi di sfogare la vostra creatività sulla semplice carta? Scrivere lettere può farci riscoprire il piacere di una comunicazione più lenta e personale, tenere un diario ci fa ripercorrere quello che abbiamo vissuto, creare collage ci permette di usare la fantasia animando ritagli di carta apparentemente inutili, disegnare ci fa rilassare e stimola la nostra creatività.

10) Esercizio Fisico

path-in-woods

l’esercizio fisico? Fare sport non necessariamente costa: correre all’aria aperta, nuotare in mare d’estate, utilizzare i percorsi salute nei parchi, fare camminate sono tutte attività che non costa nulla e ritemprano spirito e corpo. Per non parlare del sesso, esercizio piacevole e a costo zero… con un netto guadagno in termini di umore!

11) Guardare le stelle

stelle_cadenti

Infine, se avete la fortuna di vivere in un luogo non eccessivamente disturbato dalle luci invadenti delle città, riscoprite il piacere di una notte di stelle. Guardare il cielo, così come sedersi in riva al mare o in mezzo alla natura non solo non ci costa nulla, ma ci permette di riscoprire un ritmo lento e di acuire la nostra percezione sensoriale, riallacciando un legame più consapevolecon quel mondo che procede silenzioso nei millenni, incurante del nostro umano affanno.

di Sandra Zoglia

Tratto da: http://www.greenme.it/vivere/sport-e-tempo-libero/4657-passatempi-gratis-11-modi-per-divertirsi-senza-spendere-un-centesimo

Valentina Meschia

Carpe Diem

 

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/03/29/vhs-5-modi-per-riciclarle-lorenzo-briott

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/04/03/vecchie-finestre-lorenzo-de-ritis/

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/04/05/14-idee-per-riciclare-vecchi-cd-e-dvd-lorenzo-de-ritis/

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/04/05/riciclare-cd-e-dvd-valentina-meschia/

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/04/10/imballaggio-uovo-di-pasqua-come-riciclarlo/

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/04/27/13-idee-dal-mondo-per-riciclare-le-bottiglie-di-vetro/

https://valentinameschia.wordpress.com/2012/05/16/vecchi-pneumatici-4-modi-per-riciclarli-in-modo-creativo/

Annunci

7 thoughts on “Passatempi gratis – Sandra Zoglia

  1. Pingback: Vecchi pneumatici: 4 modi per riciclarli in modo creativo « Valentina Meschia

  2. Pingback: 13 idee dal Mondo per riciclare le bottiglie di vetro – Chiara Fornaro « Valentina Meschia

  3. Pingback: Imballaggio uovo di Pasqua: come riciclarlo? « Valentina Meschia

  4. Pingback: Riciclare Cd e DVD – Valentina Meschia « Valentina Meschia

  5. Pingback: Vecchie finestre – Lorenzo De Ritis | Valentina Meschia

  6. Pingback: 14 idee per riciclare vecchi CD e DVD – Lorenzo De Ritis | Valentina Meschia

  7. Pingback: VHS: 5 modi per riciclarle – Lorenzo Briotti | Valentina Meschia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...